BannerMovimento
Shop_New
BannerVolontario
BannerDona
pulsante_trenta_ore
disostruzione
rivista_V1
facebook

news

LACRIME, COMMOZIONE E APPLAUSI DAVANTI AL FERETRO DEL SERGENTE RICCARDO PADULA

Una chiesa gremita per l’ultimo saluto a Riccardo Padula, un eroe dei nostri giorni, che ha richiamato nella città di Rieti le massime autorità civili e militari, il Prefetto di Rieti, la famiglia della Croce Rossa Italiana rappresentata anche dai comitati di Siena e di tutta la Regione Lazio, le Infermiere Volontarie e tante associazioni di volontariato, oltre che una buona parte della  cittadinanza.La morte di Riccardo, è stata una grave perdita per il Corpo Militare Volontario della Croce Rossa Italiana e il Comitato di Rieti perde uno dei suoi migliori elementi che hanno dato vita e lustro all’Associazione. Con la sua scomparsa si spezza un vissuto onorevole, quello che è stato non sarà più, ma la sua grandiosità resterà accanto a tutti i volontari e il ricordo del suo sorriso incoraggiante  sarà il sostegno nelle prove più dure.

Una cerimonia scandita dal suono della tromba,  lacrime sincere nel ricordare quello che è stato e ha rappresentato come uomo, amico, padre, professionista, volontario e sergente del corpo militare della CRI. In tanti hanno voluto dare un saluto particolare a quest’uomo, tra questi il presidente dell’Associazione Nazionale Militari CRI in congedo Giuseppe Scrofani, che ha commosso i presenti ricordando una parentesi di una missione  nella quale un bambino avvicinandosi a Riccardo ha detto: ”Dammi un bacio, tu sei un vero eroe” e lui, abbracciandolo intenerito, ha trattenuto le lacrime perché i militari non possono esprimere troppe emozioni.
Il presidente del comitato Regionale CRI Adriano De Nardis ha dichiarato alla nostra testata  “Oggi qui sono presenti i vertici di tutta la regione della Croce Rossa Italiana e questo testimonia la grande persona che era Riccardo, uno dei migliori formatori, responsabile di tanti progetti. E’ difficile riunire tante persone trattandosi della giornata del sabato, ed invece abbiamo anche annullato un corso per permettere a tutti di partecipare.“.Tanti gli applausi all’interno e fuori della Chiesa di San Michele Arcangelo davanti alla bara ricoperta dal tricolore italiano. Riccardo è stato ricordato come una persona dalla grande moralità, discreto, coraggioso, buono, attento e saggio, incline alla benevolenza.
La celebrazione funebre è  stata un crescere di turbamento per l’attività svolta con abnegazione da questo commilitone sia nelle sue missioni all’estero, sia nelle azioni quotidiane organizzate dai volontari della Croce Rossa Italiana per prevenire e affrontare in modo efficace le vulnerabilità delle comunità. Ha effettuato numerose missioni con il Corpo Militare Volontario della Croce Rossa, in Bosnia, Jugoslavia, Afghanistan. Senza contare l’apporto fondamentale durante i terremoti de L’Aquila e Amatrice. Si è speso per portare soccorso senza alcuna discriminazione nelle diverse missioni e si è adoperato per prevenire e lenire in ogni circostanza le sofferenze degli uomini. Un eroe dal cuore grande, un soldato, militare e volontario, che con coraggio e umiltà ha fatto il suo dovere mettendoci sempre il cuore, con il quale ci ha coinvolti e resi migliori. Un uomo impegnato nella difesa dei valori e dei principi della Croce Rossa: imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità, universalità, umanità, vissuti con profonda umiltà, amicizia, comprensione, generosità e bontà. Un uomo e un volontario benvoluto e amato, un modello forte e carismatico, unico e irripetibile, il “gigante buono”, un vero signore d’altri tempi, gentile e corretto, mai fuori dalle righe. Così è stato descritto e ricordato. I tanti messaggi di cordoglio arrivati da ogni parte del Paese, non sono motivo di orgoglio solo per  la sua amata famiglia ed i volontari della Croce Rossa, ma per l’intera città. E’ scomparso un vero gentiluomo che lascia un grande vuoto, ma anche un marchio indelebile nell’animo di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, un esempio da seguire.  Una sala intitolata alla memoria di Riccardo Padula è stata voluta dal Comitato della CRI di Rieti, all’interno della sede.
Onore al Sergente Padula, che a lui sia lieve la terra.

E’ LUTTO NEL COMITATO DELLA CROCE ROSSA DI RIETI PER LA SCOMPARSA DI RICCARDO PADULA

È lutto nel Comitato della Croce Rossa di Rieti per la scomparsa di Riccardo Padula, volontario straordinario e uomo speciale di particolare sensibilità, che ha lottato fino all’ultimo con una dignità ed una forza d’animo da esempio. Facente parte del Corpo Militare della C.R.I è stato per tutti un punto di riferimento e di sostegno, un vero maestro! Il “gigante buono” , una persona perbene, seria, capace, equilibrata, colta, preparata, determinata e discreta. Un uomo e un amico di grande spessore morale e di prestigio, che rappresenta il volto di un autentico volontario . Chi ha avuto l’onore di conoscerlo personalmente  sà che è stato  un riferimento per tanti. Nato a Contigliano, Riccardo Padula ha effettuato numerose missioni col corpo militare della Croce Rossa in Bosnia, Jugoslavia, Afghanistan. E’ un momento tragico, di dolore, per tutti. La Croce Rossa di Rieti ha allestito la camera ardente presso la sede dalle ore 10 del giorno 8 marzo.
Il Presidente, il Consiglio Direttivo e tutti i volontari della Croce Rossa di Rieti si uniscono al dolore della famiglia ed esprimono le più sentite condoglianze per la perdita di una persona unica, che è venuta a mancare troppo presto.

I funerali verranno celebrati alle ore 11 di sabato 9 Marzo presso la chiesa di San Michele Arcangelo di Rieti da Don Fabrizio Borrello assistente spirituale della scuola NCB, insieme a Don Benedetto Falcetti.

1° MARZO FIACCOLATA A RIETI CON LA CROCE ROSSA PER LA FESTA NAZIONALE M’ILLUMINO DI MENO” 

Il 1 Marzo anche a Rieti si spengono le luci del Palazzo del Comune e del Ponte Romano.Un’iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti.
M’illumino di Meno edizione 2019 è dedicata all’‘economia circolare . L’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose. Eventi analoghi si terranno in altre piazze italiane, dove i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona -, i palazzi simbolo d’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini, saranno al buio per la giornata destinata a promuovere stili di vita sostenibili. Restano spenti per M’illumino di Meno anche la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna.
Oltre agli spegnimenti della luce e della corrente, quest’anno si intende lanciare un appello a tutti coloro che aderiscono, a riciclare, recuperare anche le case e non costruirne di nuove in linea alla cementificazione uguale a zero entro il 2050, riutilizzare i materiali e prediligere quelli naturali che possono tenere lontano anche molte malattie, ridurre gli sprechi, efficienza delle risorse, limitazione dei mezzi di trasporto privati, l’uso della bicicletta, sharing economy e, in generale, a compiere azioni a difesa e tutela della nostra Terra, un patrimonio inestimabile da lasciare in eredità alle generazioni future.
giovani del Comitato della CroceRossa di Rieti si sono uniti per sensibilizzare i cittadini, perché “l’economia circolare è una buona, anzi ottima, pratica sostenibile – hanno detto – Alfredo Vulpiani consigliere e referente dei Giovani della Croce Rossa e  Alessia Di Bernardino delegata giovani -, dà alle cose una seconda opportunità, poi una terza e altre ancora, ed è proprio questo che ci permetterà di stare bene senza consumare le risorse del Pianeta”.
Non potevamo mancare a questo appuntamento – ha detto  Mario Cristallini Presidente del Comitato CRI di Rieti – , è un impegno nell’ambito delle tematiche ambientali, come previsto dalla Strategia 2018-2030 della Croce Rossa Italiana”.
Si inizia alle ore 16,00 presso le sponde del fiume Velino in prossimità del Ponte Romano, per poi partire con una fiaccolata alle ore 21,00 diretti a Piazza del Comune, dove ci saranno i  saluti delle autorità e iniziative di intrattenimento.
E’ prevista una pesca sul tema dell’economia circolare, oltre la possibilità di rifornirsi di lanterne e braccialetti luminosi per fare festa tutti insieme contribuendo a cambiare il mondo per il bene ed il futuro dell’umanità.
L’evento è patrocinato dalla Provincia di Rieti, il Comune, la Comunità Montana Montepiano Reatino in collaborazione con LegambienteVigili del Fuoco e Polizia di Stato in pensione, Locomotiva, Il Velino MTB Rieti.

Unisciti a NOI! Con la gente per la gente, per l’ambiente!

L’IMPORTANZA DEL VOLONTARIATO PRESSO I CENTRI COMMERCIALI

La Croce Rossa di Rieti presente al centro commerciale del Perseo in aderenza alla campagna nazionale che ha coinvolto tanti altri comitati CRI, ha accolto i cittadini per dimostrare alcuni aspetti fondamentali dell’attività di volontariato, raccogliendo anche i fondi da destinare a progetti di tutela della salute e l’acquisto di mezzi di soccorso su tutto il territorio nazionale. Nel corso dell’evento sono state illustrate molte delle attività che quotidianamente svolgono i Comitati della Croce Rossa Italiana, tra queste le dimostrazioni di rianimazione cardio-polmonare con l’utilizzo del defibrillatore. E poi ancora dimostrazioni inerenti le manovre di disostruzione delle vie aeree. E’ stata poi divulgata la campagna «Non sono un bersaglio». Presenti molti volontari, il corpo delle Infermiere Volontarie e membri del consiglio direttivo, tra cui  Simona Delli Ficorelli,  Roberto Mailotati,  Alfredo Vulpiani.
Tanta passione, dedizione, professionalità e spirito di servizio sono stati donati alla popolazione intervenuta con la diffusione dell’attività Croce Rossa nata per dare sempre il suo contributo e supporto alla collettivita’.
Essere volontari è uno stile di vita!!!

 

IL PRESIDENTE MATTARELLA NOMINA LUIGI PIGNOLI VOLONTARIO DELLA CROCE ROSSA NUOVO ALFIERE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito 29 Attestati d’onore di “Alfiere della Repubblica Italiana “: tra i nuovi alfieri un giovane di Accumoli Luigi Pignoli volontario Croce Rossa di Rieti. Luigi Pignoli nato l’11 novembre 2005 ha dato prova di coraggio nei momenti drammatici del terremoto, il 24 agosto 2016, quando, nonostante la tenera età, ha contribuito a mettere in salvo alcuni componenti della famiglia. Da quel giorno ha iniziato un servizio di volontariato con la Croce Rossa italiana. A questa attività si dedica tuttora con impegno, e costituisce il suo apporto all’opera di ricostruzione. Dimostrazione di coraggio e grande onore per la Croce Rossa Italiana e per il  Comitato di Rieti. Figlio del referente dell’Unita di Amatrice, Giuseppe Pignoli che è stato fin da subito un soccorritore nel territorio colpito dal sisma lacerato dal dolore per le tante vittime, rappresenta l’emblema del volontario che agisce e collabora con le mani e con il cuore.  (Fonte: www.quirinale.it

NON SONO UN BERSAGLIO

Da Aosta a Taormina, da Verona a Scandicci, da Trieste a Napoli. Continua l’adesione dei Comitati della Croce Rossa Italiana, attraverso iniziative di piazza, alla campagna nazionale “Non Sono un Bersaglio”: perché la violenza contro chi porta aiuto deve finire!  “Non sono un bersaglio” è un grido, un appello di civiltà e una Campagna internazionale con un focus specifico sulla situazione nazionale, voluta dalla Croce Rossa Italiana per denunciare il costante intensificarsi di attacchi agli operatori sanitari nei teatri di conflitti in tutto il mondo, ma anche in “insospettabili” contesti come le città e le provincie italiane. L’iniziativa è un “work in progress” che si svilupperà per tutto il 2019″. Non sono un bersaglio” della Croce Rossa Italiana, denuncia il costante intensificarsi di attacchi agli operatori sanitari nei teatri di conflitto armato in tutto il mondo. Nel mirino delle aggressioni finiscono sempre più spesso ospedali, ambulanze e operatori della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa che non dovrebbero essere oggetto di simili violenze, come stabiliscono le norme del Diritto Internazionale Umanitario. Al contrario, il CICR (Comitato Internazionale di Croce Rossa, l’Istituzione indipendente e neutrale che protegge e assiste le vittime di guerre e violenze armate) parla di un fenomeno che non accenna a diminuire, con l’allarmante conseguenza della privazione per molte persone dell’accesso a un servizio vitale di assistenza sanitaria.

Non sono un bersaglio” pone l’attenzione anche sul contesto nazionale: alcuni casi di violenza, non solo fisica ma anche verbale, si registrano infatti anche in “insospettabili” contesti come le città e le province italiane. Altro aspetto preoccupante è quello delle aggressioni ai soccorritori delle ambulanze e dei danneggiamenti ai mezzi stessi. Ragion per cui la Croce Rossa Italiana ha deciso di istituire un Osservatorio, per censire i rischi legati al volontariato ed evidenziare i contesti di maggiore pericolo, fino ad arrivare all’elaborazione di proposte concrete per scongiurare le aggressioni.

RIETI TRA LE CITTA’ ITALIANE CHE PARTECIPANO ALLA GIORNATA M’ILLUMINO DI MENO CON UN PROGRAMMA DELLA CROCE ROSSA

La Croce Rossa Italiana aderisce a “M’illumino di Meno” 2019 ed il Comitato di Rieti ha programmato di organizzare anche nella città di Rieti un evento per partecipare alla sensibilizzazione della cittadinanza relativamente ai temi del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.
Tante le idee e l’impegno da parte dei volontari, che invitano la cittadinanza a prendere parte all’evento, a cui hanno aderito Enti, organizzazioni, Associazioni di volontariato con la presenza delle autorità.
Si spegneranno anche a Rieti le luci del Palazzo del  Comune e Ponte Romano in aderenza a quanto sarà fatto nelle maggiori Piazze nazionali e Internazionali, infatti tra i tanti punti strategici anche la Torre Eiffel sarà tra i monumenti che saranno spenti per l’iniziativa.

Le 10 regole del risparmio energetico

Il decalogo di M’illumino di Meno suggerisce accorgimenti che tutti noi possiamo adottare per ridurre gli sprechi di energia e garantire il risparmio energetico:

1) Spegni le luci quando non servono
2) Spegni e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
3) Sbrina spesso il frigorifero: la serpentina deve essere sempre pulita e distanziata dal muro per far circolare l’aria
4) Metti il coperchio sulle pentole quando devi bollire l’acqua ed evita che la fiamma fuoriesca dal fondo della pentola
5) Se hai caldo, abbassa i termosifoni invece di aprire le finestre
6) Evita gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiali che non lasciano filtrare aria
7) Usa le tende per creare intercapedini davanti a vetri, infissi, porte esterne
8)Non lasciare le tende chiuse davanti ai termosifoni
9) Inserisci apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
10) Usa l’automobile il meno possibile, condividila con chi fa lo stesso tragitto. Usa la bicicletta per gli spostamenti in città

Per tutelare le risorse della Terra servono semplici accorgimenti e TUTTI insieme dobbiamo partecipare a fare bene al Pianeta perché ci viviamo e lo lasceremo ai nostri figli!!!

ANCHE A RIETI LA CROCE ROSSA ADERISCE ALLA CAMPAGNA NAZIONALE DI SOLIDARIETA’ E ANIMA DI POSITIVITA’ LA GALLERIA DEL PERSEO

Un pomeriggio all’insegna della solidarietà presso la galleria del Centro Commerciale Perseo di Rieti, dove i volontari della CROCE ROSSA ITALIANA del Comitato di Rieti, hanno dato dimostrazioni pratiche delle basilari manovre salvavita in aderenza alla campagna nazionale con lo scopo di promuovere i valori umanitari e aumentare il coinvolgimento della popolazione rispetto ai bisogni della propria comunità. Presente nell’area dimostrativa il Vicepresidente della CRI di Rieti  Francesco Maria PALOMBA, e il consigliere giovane Alfredo VULPIANI che insieme a tutto lo staff dei volontari hanno accolto con disponibilità e professionalita’ la popolazione intervenuta.
L’iniziativa si ripetera’ il 24 febbraio 2019, un’occasione per dimostrare in concreto che gli spazi del retail possono trasformarsi in luoghi di promozione di buone pratiche e di diffusione di attività a sostegno della prevenzione e della cura della salute. 
L’obiettivo della campagna è di raccogliere, tra le donazioni spontanee dei visitatori e il contributo diretto degli stessi centri commerciali, la cifra da destinare all’acquisto di ambulanze a sostegno delle comunità.

La nostra missione – ha commentato Flavio Ronzi, Segretario Generale della Croce Rossa Italiana – è essere ovunque per chiunque. Ancor di più, quindi, nei centri commerciali che sono le nuove agorà moderne dove le persone, che fanno parte di una stessa comunità, s’incontrano e trascorrono qualche ora di svago. Per la CRI, essere contemporaneamente in più di 300 di questi luoghi, in tutta Italia, vuol dire conoscere i propri vicini di casa, prenderli per mano e condividere con loro momenti di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione e per un’informazione puntuale sui corretti stili di vita. Per questo – ha detto Ronzi – ringrazio il Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali per questa opportunità di visibilità dei nostri progetti e di sostegno concreto per tenere in salute le nostre comunità”.

Un grazie al Direttore del Perseo Claudio CECCHETELLI, a tutti gli intervenuti dal Consiglio Direttivo della CRI di Rieti e dal corpo dei volontari che hanno reso possibile la straordinaria riuscita dell’evento.

FULL-D

I volontari della Croce Rossa Italiana del Comitato di Rieti hanno dedicando la domenica del 17 Febbraio 2019 al re-training del protocollo FULL-D ovvero la rianimazione cardio-polmonare con l’ausilio del Defibrillatore sia adulto che pediatrico. Ogni anno i volontari abilitati, tornano a fare un esame pratico al fine di essere sempre aggiornati e preparati.

Come è noto il “Progetto Full D” è la nuova offerta formativa che la Croce Rossa Italiana propone in materia di rianimazione cardiopolmonare con l’utilizzo del defibrillatore.
Si tratta di un corso intensivo che riunisce la formazione per la rianimazione cardiopolmonare di base con defibrillatore nell’adulto (BLS-D), le manovre di disostruzione pediatrica (MDVAEP) e la rianimazione cardiopolmonare di base con defibrillatore nel bambino e nel lattante (PBLS-D).
La Croce Rossa Italiana ha abbracciato una filosofia di formazione già avallata in molti paesi europei, dove si è visto che l’insegnamento delle manovre salvavita diventa molto più efficace se concentrato in un unico evento educativo.

Per maggiori informazioni contattare il 3346262745

CORSO REGIONALE 4° LIVELLO SICUREZZA E SALUTE

E’ iniziato il CORSO REGIONALE PER DIRIGENTI CRI- 4° LIVELLO FORMATIVO destinato ai dirigenti, delegati e responsabili della Croce Rossa Italiana di Rieti. Numerosi volontari hanno preso parte ai lavori presso la sede della Croce Rossa Italiana del Comitato di Rieti per affrontare un corso di formazione che li prepari in materia di sicurezza secondo il D. Lgs. 81/08 ed i decreti specifici per le associazioni di volontariato. Croce Rossa Italiana è sempre attenta ai suoi volontari e tiene particolarmente alla formazione, che eroga in modo del tutto gratuito ai suoi associati. La Croce Rossa Italiana promuove, nell’ambito delle proprie attività e servizi la cultura della sicurezza e della prevenzione degli infortuni e degli incidenti in tutti i luoghi di intervento del personale CRI sia esso dipendente o personale volontario. La sicurezza e la salute dei volontari, oltre ad essere un obbligo normativo, trova il suo fondamento nella dimensione etica delle attività promosse dalla CRI, la cui realizzazione, in una realtà articolata e complessa come quella dell’Associazione, necessita di un’organizzazione del sistema di gestione capace di garantire l’individuazione sistematica delle necessità e delle responsabilità, la coerenza delle procedure di attuazione e una completezza nelle modalità di gestioni dei dati e delle informazioni.